Il Counseling ha ragione........e anche la formazione in diretta streaming!

Ci sono molte occasioni per ricordare a me stessa che il Counseling ha ragione.

Diventare Counselor non è solo la scelta di fare una professione, anzi non lo è mai!

Si diventa Counselor, nella maggior parte dei casi,  perché si vuole fare un lavoro su di sé e migliorare la propria vita. 

La maggior parte di noi è arrivata al Counseling perché ha sentito una motivazione forte, fortissima per migliorare sé stesso. E la maggior parte di noi ha davvero realizzato se stesso e risolto molte cose di sé attraverso il Counseling.

Adesso che abbiamo fatto questo percorso lo sappiamo tutti che il Counseling funziona!

In quel caso ci siamo fidati ed affidati, ci siamo mostrati curiosi ed aperti.

Per questo motivo oggi voglio raccontarvi la mia esperienza con altri professionisti dell'aiuto che si alternano nella mia Scuola di Counseling.

Mi diverto molto a provocare i miei colleghi professionisti dell'aiuto a sperimentarsi in modalità nuove per loro. Pochi sono curiosi ritenendo, a prescindere, che la formazione  in streaming , ad esempio, non sia efficace come quella dal vivo. 

Rispetto, naturalmente le idee di tutti ed io stessa preferisco, in alcuni casi, lavorare dal vivo ma, molto modestamente confronto spesso la mia attività con il mondo estero , quello in cui la professione del Counselor esiste e non è mai messa in discussione.

Penso, forse presuntuosamente che, per fare meglio, sia bene confrontarsi con i professionisti che esercitano in quei paesi. Forse e certamente hanno qualcosa da insegnarci.

Ed in questi anni ho scoperto da tempo che i miei colleghi statunitensi, nord europei, e neozelandesi utilizzano molto la modalità online per la formazione, addirittura negli Stati Uniti (da 15 anni) nella scuola dell'obbligo a bambini dai 12 anni, scoprendo che l'apprendimento online e maggiore di quello dal vivo.

Questo studio, qualche anno fa mia ha fatto incuriosire e mi ha dato la grande opportunità di mettere da parte tutte le mie resistenze. Mi ha fatto venire la voglia di specializzarmi su questo argomento studiando e facendo corsi di altri paesi.

Ed ho iniziato a dirmi...perchè no?

Questo mi ha permesso di provare, sperimentare su di me, a volte sbagliare e poi progettare ad hoc.

Fare formazione dal vivo è una cosa differente dal fare formazione in streaming  per questo le due formazioni richiedono due progettazioni completamente diverse. Questo potrebbe essere il segreto?

Così adesso, sicura di quello che propongo, provoco alcuni colleghi. Chi si avvicina a questa modalità di formazione in streaming  ha un atteggiamento aperto e curioso e vuole farsi una propria opinione.

E'stato il caso di Marco Ventola, psicologo e psicoterapeuta, che ha fatto un seminario sul Counseling gestaltico per la nostra Academy.

Vi riporto  il suo video proprio perché possiate anche voi farvi una vostra opinione e capire che tipo di potenzialità offre questo nuovo modo di incontrarsi in streaming , se progettato ad hoc. 

Essere curiosi e voler conoscere per ascoltare su di sé è la prima forma di crescita che permette la collaborazione  e la convivenza felice tra Counselor e psicologi, nel profondo rispetto dei propri ambiti di competenze .

Io voglio crederci e non siamo lontani, se vogliamo da tutto ciò.

Se vuoi saperne di più sulla nostra scuola chiedi come partecipare gratuitamente ad una giornata con noi