Ragioni per cui potresti resistere alla felicità

Ognuno ha la sua idea di cosa sia la felicità. La maggior parte delle persone ti dirà che tutto ciò che vogliono nella vita è essere felici. Ma per qualche ragione, sembra sempre che la felicità sia qualcosa a cui stiamo lavorando per il futuro. Non pensiamo che sia nel presente. Mentre pochissime persone ammettono di fare di tutto per evitare la felicità, succede più spesso di quanto vorremmo credere. Ci sono molte ragioni per cui possiamo resistere alla felicità, ma la maggior parte delle ragioni ricade in una o più di queste aree.

Paura

La paura ha un'enorme influenza su come viviamo le nostre vite quotidiane. Ci protegge dalle minacce reali e ci aiuta a evitare il non familiare e il disagio. La paura della felicità non giace nell'idea che la stessa felicità sia spaventosa, ma che vivere una vita felice significhi cambiare le nostre vite attuali.

Non sapere come potremmo evolverci o come potrebbe apparire la vita quando la felicità diventa nostra, è spesso sufficiente per impedirci di cercarla davvero . Anche se non siamo soddisfatti della nostra attuale situazione, le nostre menti riconoscono questa linea di base come normale. Scegliere la felicità significa che ci stiamo costringendo a qualcosa di nuovo, che suona come un campanello d'allarme di incertezza.

Se il pensiero della felicità sembra pieno di troppe incognite, la paura potrebbe trattenerti.

Mancanza di confidenza

A volte, nella parte più profonda della nostra mente, non pensiamo di avere quello che serve per trovare la felicità. Potremmo non sentirci abbastanza forti, abbastanza coraggiosi, abbastanza intelligenti, o abbastanza capaci per raggiungere i nostri obiettivi. Questo crea un pericoloso ciclo di parlare a se stessi maniera negativa. Potremmo iniziare a usare frasi come "non ha senso" e "non è fatto per me". Questo ci costringe a sentire che dobbiamo accettare una qualità della vita meno soddisfacente.

Se riesci a trovare un sacco di scuse sul motivo per cui non riesci a trovare la felicità, la mancanza di fiducia potrebbe essere ciò che ti blocca.

Credendo che non ti meriti

In superficie, molte persone credono di meritare la felicità. Tuttavia, abbiamo molte credenze inconsce che rifiutano questa idea. Ci sono molte ragioni per cui qualcuno potrebbe non credere di meritare la felicità. Possono derivare dall'obbligo di mettere gli altri al primo posto, i precedenti sensi di colpa e anche la bassa autostima. È facile credere che le persone che sono veramente felici si sentano in quel modo a causa di qualche benedizione karmica, ma in verità, la maggior parte delle persone che trovano la felicità lo fa perché si rendono conto che ne vale la pena. Trovare la felicità richiede che tu diventi una priorità. Scegliere te, perdonare te stesso per gli eventi passati e trovare le ragioni per cui sei degno di felicità sono incredibilmente importanti.

Se il pensiero di trovare la felicità ti fa sentire egoista, indegno o ti fa sentire di ottenere qualcosa per cui non hai lavorato, potresti lottare con l'idea che non te lo meriti.

Non sapendo come ottenerlo

Molti di noi non sanno cosa dobbiamo fare per trovare la felicità. Ci convinciamo che esiste un modo giusto per farlo accadere. Ci sovraccarichiamo con libri di autoaiuto, podcast e consigli dei blogger che pretendono di conoscere il segreto per trovare la felicità. Il problema con questo approccio è che iniziamo a credere che solo altre persone sanno come insegnarci a essere felici. Questo involontariamente ci costringe a dire a noi stessi che non siamo una di quelle persone che hanno questa conoscenza.

Tuttavia, la verità è che l'unica persona che può dirti cosa devi fare per trovare la felicità, sei tu. Se sei onesto con te stesso su ciò che ti serve nella tua vita, puoi escogitare un piano per farti arrivare lì. Ricorda, la felicità duratura non dovrebbe dipendere da un obiettivo di una volta (perdere peso, incontrare la tua anima gemella, ottenere un aumento). Dovrai concentrarti sulla creazione del tipo di felicità che sarà con te, non importa dove ti trovi nella vita.

Se trovare la felicità ti sembra fonte di confusione, potresti semplicemente non sapere come arrivarci. È tempo di fare qualche ricerca approfondita per trovare ciò di cui hai bisogno.

Pensare che sia troppo lavoro

Quando si tratta di felicità, può richiedere molto lavoro per cambiare il modo in cui pensiamo a noi stessi e al mondo che ci circonda. Può richiedere ancora più lavoro per cambiare le circostanze in cui ci troviamo. Il pensiero di rendere questi tipi di cambiamenti può sembrare schiacciante e ansiogeno. È facile pensare che ci sia troppo sforzo necessario.

Per questo motivo, ci sentiamo a nostro agio con il modo in cui viviamo le nostre vite quotidiane. Iniziamo ad accettare che stiamo bene per come stanno le cose, anche se non sono ideali. Facciamo un sacco di progetti per essere più felici un giorno, ma non sembrano mai prendere i provvedimenti necessari per far accadere quelle cose.

Pianificare è facile, "fare" è difficile. Sfortunatamente trovare la felicità è un processo che richiede molto "fare". Scegliere la felicità significa fare molte scelte e vedere le cose in modo diverso rispetto a prima. Potrebbe richiedere di guardare ciò che pensi, dire "sì" quando altrimenti avresti detto "no" o buttare via tutto ciò che pensi di sapere. La felicità non è sempre facile da trovare, ma ne vale la pena, non importa quanto sembri intimidatoria.

Se sembra che i tuoi obiettivi per la felicità non abbandonino mai le fasi di pianificazione, potresti avere a che fare con il pensiero che è più facile non lavorare per questo.

Solo pensando all'obiettivo finale

Un sacco di tempo, cadiamo nella trappola di pensare che la felicità sia un fine ultimo. Sentiamo storie di qualcuno che lavora duramente per trovare quello che volevano. Il milionario che andava porta a porta vendendo nei suoi primi anni di attività, l'atleta che si era allenato per anni per vincere la gara. Iniziamo ad associare la felicità con un obiettivo finale. Un premio, un trofeo, una vittoria.

Quando lo facciamo, ci convinciamo che non possiamo essere felici finché tutto non cade al suo posto. Finiamo per considerarci come un "work in progress" che non troverà la vera felicità fino a una data successiva. Ma non c'è una linea solida nella sabbia tra felice e infelice. La felicità è una scelta che facciamo ogni giorno, con piccoli passi per sostenerla lungo il percorso. Più scegliamo la felicità, più si rende presente nella nostra vita quotidiana.

Se sembra che tu abbia molto da fare prima di permetterti di essere felice, potresti essere troppo concentrato sull'obiettivo finale, magari perdendo opportunità di felicità lungo la strada.

Pensare che la felicità non sia importante

Mentre la maggior parte delle persone concorda sul fatto che la felicità è importante a un certo livello, molte volte crediamo che non sia abbastanza importante per uscire dal nostro modo di trovarla. Abbiamo un certo livello di comfort e aspettative riguardo alle vite che conduciamo attualmente. Non sembra che valga la pena di andare a caccia di qualcosa di nuovo quando siamo perfettamente d'accordo con il modo in cui le cose stanno andando.

Potremmo pensare che stiamo andando avanti nella vita per soddisfare i nostri bisogni di base. Potremmo pensare che sia una perdita di tempo inseguire qualcosa che non possiamo mantenere. Tuttavia, lo psicologo di fama mondiale Abraham Maslow non sarebbe d'accordo. Nel 1943 ha proposto che tutte le persone abbiano una "gerarchia dei bisogni". Credeva che i bisogni di base come il cibo e il riparo fossero fondamentali. Anche la sicurezza, l'appartenenza sociale e la stima erano necessarie. Ma la felicità è stata una parte fondamentale nel rivelare il nostro vero potenziale e ha chiamato questa auto-realizzazione .

Se il pensiero della felicità non sembra degno del tuo tempo, potresti essere caduto nella trappola di pensare che non sia importante.

Non stiamo inseguendo la nostra versione di felicità

A volte resistiamo alla felicità perché la versione della felicità che stiamo cercando di trovare non è la nostra. Cadiamo vittime di pressioni per tutto il tempo. Potremmo sentirci come se avessimo la casa più grande, la macchina più veloce, il corpo migliore. Ma se stiamo solo cercando di raggiungere un certo livello di felicità, perché qualcun altro ci ha detto che ne abbiamo bisogno, probabilmente resisteremo a un certo livello in ogni fase del cammino.

Potrebbe essere difficile accettare che le cose che ci rendono felici non si allineino a ciò che il mondo ci dice di cui abbiamo bisogno. Ad esempio, se a qualcuno viene insegnato per tutta la vita a pensare che andare all'università e ottenere un lavoro remunerativo significa che saranno felici, tuttavia trovano la loro vera felicità nell'arte, può creare molti dubbi ed esitazioni quando si tratta di seguire il percorso significativo per loro.

Ricorda, una parte del trovare la felicità è l’essere in grado di vivere la tua verità. Solamene la tua. A volte questo significa che dobbiamo sfidare ciò che il mondo ci dice. Ma farlo sarà molto più gratificante alla fine.

Se la felicità a cui stai cercando di lavorare, non significa qualcosa per te, potresti essere in difficoltà perché stai inseguendo le idee di qualcun altro.

Autore: Stephanie Kirby

Fonte: https://www.betterhelp.com/advice/happiness/reasons-you-might-be-resisting-happiness/