Quanto ti ferisce il rancore?

Per molti di noi, avere rancore spesso parte da un vero male o da un torto. La fiducia in una relazione è danneggiata e il risultato è la rabbia che portiamo con noi. Secondo Dictonary.com , il rancore è "un sentimento di cattiva volontà o risentimento". La domanda è, ti aggrappi a quel rancore?

Effetti di tenere un rancore

Quando sei ferito, può essere facile continuare a soffermarsi sul dolore e sulle circostanze dietro di esso, lasciando che il risentimento e l'ostilità si accumulino all'interno. Alla fine, se lasciati senza controllo, quei sentimenti negativi possono lasciarti in uno stato di amarezza, rabbia e scagliarsi contro gli altri.

Quell'amarezza e la rabbia possono poi sanguinare in ogni relazione che hai, sia vecchia che nuova. Le persone raramente vogliono stare intorno a qualcuno che è negativo e amaro su una base costante. Questo ti deruba della capacità di goderti i tuoi dintorni e le tue esperienze attuali. Tenere un rancore ti deruba della gioia della tua vita, lisciando la positività e sostituendola con emozioni, conversazioni e azioni negative.

Secondo la Mayo Clinic , altri impatti possono includere sentirsi depressi e ansiosi, perdere preziose connessioni con gli altri e la sensazione di essere in disaccordo con le proprie convinzioni spirituali.

Inoltre, non è possibile modificare ciò che è accaduto in passato. Perché continuare a tenere qualcosa che non puoi modificare? Tuttavia, è possibile determinare l'impatto che le ferite passate avranno sul futuro. I pensieri negativi che stai portando in giro stanno modellando la tua prospettiva e realtà in questo momento. È una scelta consapevole che fai per aggrapparti alla tua ferita e rabbia o lasciarla andare e andare avanti.

Impatto negativo sulla tua salute

Mentre potrebbe sembrare che mantenere un rancore influenzi solo la tua salute mentale ed emotiva, ci sono segni che abbia anche un impatto negativo sulla tua salute fisica. Diversi studi hanno suggerito correlazioni tra perdono e salute. Charlotte vanOyen Witvliet , Ph.D., è stata la ricercatrice principale in uno studio che ha misurato l'impatto fisico di tenere un rancore. Ha osservato, "Quando le persone pensano ai loro trasgressori in modi spietati, tendono a provare emozioni negative più forti e maggiori risposte di stress [fisiologico]". Witvliet ha dichiarato che crede che quelli che non perdonano potrebbero presentare futuri problemi di salute, compresi quelli cardiovascolari.

Essere amareggiati e arrabbiati, può influire sulla nostra capacità di guarire e aumentare la nostra risposta allo stress. Alla fine, i nostri corpi cominciano a soffrire fisicamente. La risposta allo stress da rabbia aumenta la pressione sanguigna, riduce il tono sano del tuo nervo vago e attiva un ciclo di feedback di angoscia. Più ti soffermi sulle circostanze e sui dettagli del tuo rancore, ripetendoli continuamente nella tua mente, maggiore è l'impatto fisico. In molti modi, tenere un rancore ti ferisce più di chiunque altro, sabotando il tuo corpo e la tua capacità di rimanere in buona salute.

In sostanza, la negatività di tenere un rancore avvelena il tuo corpo, portando a mal di testa, insonnia, ipertensione, problemi di pelle, ictus e attacchi di cuore.

Lotta o risposta al volo

Al livello più elementare, trattenendo il risentimento e la rabbia si attiva la nostra lotta o risposta al volo. Il nostro sistema nervoso simpatico quindi aumenta i livelli di cortisolo, che è un ormone correlato allo stress.

Quando risolvete un conflitto o lasciate andare il rancore, questo tende a stimolare il sistema nervoso parasimpatico, aumentando i livelli di ossitocina nel vostro sistema. Essenzialmente, questi due sistemi funzionano insieme, fornendo un modo per bilanciare il tuo corpo. Tuttavia, quando continui a nutrire rancore, il sistema nervoso simpatico va in overdrive, continuando a eliminare il cortisolo e aumentando l'impatto fisico negativo.

Questi due ormoni, quando sono in equilibrio, ti aiutano a gestire efficacemente lo stress e il suo impatto fisico sul tuo corpo. Quando si tiene un rancore, quell'equilibrio viene interrotto.

Naturalmente, quando ti senti stressato o ferito, c'è un individuo che tendi a cercare per conforto. Mantenere un rancore può avere un impatto negativo su quella relazione, portando a sentimenti di solitudine e isolamento. La ricerca ha scoperto che il modo in cui le persone si attaccano l'un l'altro può avere un impatto sui livelli di cortisolo ed essere un modo per prevedere i livelli di depressione o ansia nel tempo.

Il perdono: la chiave per la salute

Nel corso degli anni, la ricerca ha costantemente dimostrato che il perdono e il lasciar andare un rancore possono avere un impatto positivo sulla vostra salute mentale, emotiva e fisica. Uno, ti permette di smettere di soffermarti sugli aspetti negativi della tua ferita, ma di trovare la pace nel mettere gli eventi nel passato.

Il perdono è definito in modo diverso da tutti, ma generalmente implica una decisione di lasciare andare il tuo risentimento e qualsiasi idea di pareggiare. L'atto che ti ferisce potrebbe sempre essere con te, ma scegliendo di perdonare l'individuo, non stai permettendo alla negatività di definire la tua vita e di continuare ad avvelenarti fisicamente andando avanti. Nel tempo, può persino permetterti di sviluppare maggiori sentimenti di empatia, comprensione e compassione per gli altri, anche quelli che ti hanno ferito.

Il perdono non significa che ti stai scusando per il danno arrecato o addirittura per il fatto di doverlo fare con l'individuo. Invece, si tratta di riacquistare un senso di pace che può permettervi di andare avanti.

Ecco alcuni dei vantaggi del perdono:

  • Miglioramento della salute mentale

  • Pressione sanguigna bassa

  • Diminuire il rischio di sintomi di depressione

  • Sistema immunitario più forte

  • Miglioramento dell'autostima

  • Diminuzione dei livelli di ansia e stress

Imparare come perdonare

L'atto del perdono non è sempre facile. Come ogni abilità, deve essere messa in pratica per renderla efficace. Spesso, puoi trovarti bloccato nel ciclo della negatività e potrebbe essere difficile interrompere quel ciclo per iniziare il perdono. Se ti trovi in difficoltà a perdonare, prova a praticare l'empatia. Se riesci a vedere la situazione dal punto di vista dell'altro, potrebbe aiutarti a capire meglio le loro azioni e a tirarle fuori.

Forse avresti potuto reagire allo stesso modo se la situazione fosse stata invertita. Chiediti sulle circostanze e su cosa potresti aver fatto. Potrebbe aiutarti ad avere una maggiore volontà di lasciar andare il rancore e andare avanti.

Rifletti sui momenti in cui potresti aver ferito gli altri. Hanno esteso il perdono a te? In che modo questo ha influito sul tuo rapporto con loro? Inoltre, pensa alle volte in cui hai visto gli altri perdonare. In che modo ha avuto un impatto positivo su di loro?

Scrivere in un diario può anche essere un ottimo modo per liberarti dei tuoi sentimenti, rompendo il ciclo di abitare costantemente con loro. Superare una situazione o circostanze dolorose inizia spesso articolando il motivo per cui hai ferito e l'impatto dell'altro su di te.

Riconosci che il perdono è un processo, che potrebbe significare che devi perdonare le piccole ferite ripetutamente mentre lavori per superarle. In molti modi, implica fare una scelta consapevole per non continuare a soffermarsi sulla situazione, ma concentrarsi sugli aspetti positivi della tua vita in questo momento.

Il perdono non significa cambiamento o riconciliazione

Per essere chiari, perdonare un individuo non significa che riconosceranno ciò che hanno fatto o che apporteranno modifiche alle loro azioni. Potrebbe anche non essere appropriato per voi avere ulteriori contatti con quella persona, specialmente in caso di abuso.

Il perdono non è per chi ti ha ferito, quindi non è basato sul fatto che siano disposti a cambiare o ad adottare misure per riparare la loro relazione con te. Invece, si tratta di darvi la pace della mente e permettervi di rilasciare la negatività che circonda quella situazione. Toglie il potere di quella persona sulla tua vita e il tuo benessere mentale ed emotivo.

È importante riconoscere che il perdono non riguarda l'altra persona, ma significa permetterti di concentrarti sulla tua vita ora, invece di soffermarti sul passato. Il perdono può avere un impatto positivo sulla tua salute mentale, emotiva e fisica, così come sulla salute delle tue relazioni con gli altri.

Autore: Sarah Fader

Fonte: https://www.betterhelp.com/advice/anger/does-holding-a-grudge-hurt-you/