Trasformare la critica in desideri: una ricetta per un conflitto di successo

Nel calore di una discussione, è molto più facile dire ciò che non vogliamo di quello che vogliamo. Stan Tatkin , il fondatore dell'approccio psicobiologico alla terapia di coppia, propone che le persone siano costruite per la guerra meglio dell'amore. A volte sembra così.

Diciamo "Smetti di essere così triste" invece di "Vorrei che tu mi dicessi cosa ti rende triste".

Oppure, "Mi stai sempre trascurando!" Invece di "Mi sento davvero solo e ho bisogno della tua attenzione".

La critica è distruttiva

Il problema di esprimere i bisogni in modo negativo è come una critica. Nonostante quello che alcuni dicono, non esiste una critica costruttiva. La critica accende la persona che diventa difensiva e si protegge da un attacco, e blocca la risoluzione di un conflitto.

Non importa quanta fiducia e intimità ci sia in una relazione, è quasi impossibile per qualcuno ascoltare un attacco personale senza diventare difensivo. Questo è vero anche per le coppie molto felici. Come testimoniato nel Love Lab del Dr. Gottman, nella rara occasione in cui un partner felicemente accoppiato inizia una lamentela con delle critiche ,l'altro partner va sulla difensiva.

Affinché le conversazioni in conflitto abbiano successo, devi esprimere i tuoi sentimenti nel modo più neutrale possibile e trasformare qualsiasi lamentela sul tuo partner in un'esigenza positiva. Fare questo per il tuo partner equivale a creare una guida didattica per vincere e sostenere il tuo cuore .

È importante notare che le emozioni negative che ci portano a biasimare o criticare sono spesso indicazioni di ciò che apprezziamo di più . Pensa a un'emozione negativa come indizio del tuo desiderio nascosto. Quando esprimi direttamente quel desiderio nascosto , è più probabile che questo si avveri.

Ad esempio, nascosti sotto la rabbia possono esserci sentimenti di solitudine . Quando diventi consapevole di quella solitudine, puoi chiedere al tuo partner le cose di cui hai bisogno per sentirti più connesso.

Nella riunione settimanale sullo stato dell'Unione , il dott. Gottman ha scoperto che i partner devono intonarsi l'uno con l'altro prima di risolvere i problemi. Dopo aver assistito a migliaia di coppie in lotta, scoprì che i Maestri delle relazioni facevano una cosa potente: trasformavano le loro critiche in desideri.

Il coraggio dei desideri

Incolpare il nostro partner o nascondere i nostri sentimenti criticando è facile. Parlare dei nostri sentimenti e delle nostre paure richiede la volontà di essere vulnerabili. Spesso questa vulnerabilità è confusa come un segno di debolezza, ma ciò non potrebbe essere più lontano dalla verità. La vulnerabilità è coraggiosa . È una volontà di abbandonare il tuo scudo ed esporre il ventre incustodito delle tue paure, dubbi e insicurezze.

A causa di questo disagio, molti di noi evitano di essere veramente vulnerabili con i propri partner. So di averlo fatto in passato e talvolta lo faccio ancora. Ma come ho imparato a conoscere, possedere le mie paure e insicurezze e poi nominarle nelle mie relazioni è in realtà una forza. Come afferma Brené Brown, "La nostra volontà di possedere e impegnarci con la nostra vulnerabilità determina la profondità del nostro coraggio." Determina anche la profondità della connessione emotiva nella nostra relazione.

Spesso con le coppie con cui lavoro, ci sono barriere all'essere vulnerabili con i loro partner. Ad esempio, Kris e Christina hanno trovato davvero difficile concentrarsi sui desideri dietro le loro critiche. Stavano litigando su quando avere un figlio. Christina era pronta a fare il salto in maternità, ma Kris non era sicuro che fosse il momento giusto.

Christina si arrabbiò e lasciò la stanza mentre stavano litigando. Questo colpì precisamente Kris e lo fece arrabbiare. Nella loro conversazione sullo Stato dell'Unione, tutto quello che Kris voleva dire era: "Sei una bambina piccola. Mi interrompi e poi esci dalla stanza, il che mi fa sentire il cattivo. Non c'è da stupirsi che non voglio avere un bambino! "

Ma lavorando con i suoi sentimenti e prendendo appunti durante la loro conversazione di conflitto, è stato in grado di trasformare le sue critiche in un desiderio: "Voglio essere in grado di parlare con te su come mi sento di avere un bambino in questo momento senza che tu lasci la stanza o ti arrabbi con me prima che abbia finito di parlare. "

Anche Christina ha fatto delle regolazioni. Invece di dire: "Sei fuori controllo. Ogni volta che non siamo d'accordo, ti trasformi in un bullo. Chiunque si arrabbierebbe e scapperebbe via da te ", disse," voglio che discutiamo tranquillamente dei problemi senza che nessuno di noi alzi la voce. Questo è quello di cui ho bisogno per stare nella stanza e ascoltarti veramente. "

Vedi come essere vulnerabili può trasformare la tua relazione e aiutarti a soddisfare i tuoi bisogni?

È anche importante non aspettare che il conflitto diventi vulnerabile ed esprimere desideri in modo positivo. Fai attenzione ai modi in cui puoi essere proattivamente vulnerabile l'uno con l'altro al di fuori del conflitto acceso. Ad esempio, dicendo "Per favore rallenta la guida così posso sentirmi al sicuro" piuttosto che "Stai guidando come una pazza! Rallenta! "Offri al tuo partner una comprensione del perché ti senti come sei, piuttosto che incolparli per quello che senti.

Autore: Kyle Benson

Fonte: gottman.com